3 Novembre – Scarica i “Grand’Insuccessi” di Fabio Constantinescu

cantiribelli-constantinescu-2011-big

Carissimi ascoltatori, le canzoni che state scaricando sono il risultato di una durissima selezione fra le decine da me composte e incise nel periodo che va dal 1993 fino alla pubblicazione della cassetta (negli anni ’90 si usavano ancora!) “Voci nel vento”, che mi vede esordiente come solista nel magico mondo della musica alternativa. Ho sempre scritto canzoni, ma negli anni novanta ne scrivevo davvero tante. Stupidamente ho creduto che questo fosse un segno del destino e così ho tentato di proporle a qualcuno che mi aiutasse. Ma il destino mi riservava l’incontro con alcuni di quei classici personaggi che speculano sulla dabbenaggine degli aspiranti e sedicenti “artisti”. Non avendo io da proporre molto in termini fisici, costoro si sono concentrati sulle potenzialità del mio conto corrente. Così il mio tentativo è miseramente fallito, con conseguente e profonda amarezza. Probabilmente anche se avessi incontrato persone corrette comunque il risultato finale non sarebbe cambiato, però, insomma… Di sicuro, anche se non era esattamente quello che cercavo, l’esperienza mi è servita per crescere e soprattutto darmi una svegliata. Questa storia è riassunta nella lunga ballata “Epitaffio”, scritta alla maniera di Guccini (che cito anche musicalmente). Ma anche il ritornello di “Tieniti pure la musica”, preso da solo, la riguarda: ho pensato poi di trasformare questo sfogo in una canzone d’amore.

Credo che questi brani siano interessanti anche per capire il percorso, intrapreso in quegli anni, che mi ha portato poi ad usare quello che ho imparato nei dischi di Skoll. Qui iniziavo ad usare la tastiera Korg che abbiamo utilizzato (e spremuto come un limone) fino al suo cd “Sole e acciaio”: dopo questo disco l’abbiamo accantonata, davvero non poteva dare di più.

Ma nella selezione c’è anche “Non avere paura”, l’incisione più vecchia, dove uso ancora una tastierina-giocattolo Yamaha come accompagnamento ritmico per la chitarra, e tre brani incisi in sala con musicisti o programmatori diversi da me. Due di questi pezzi sono “Stella marina” e “Tieniti pure la musica”, che ho realizzato nello studio di una persona dal quale io e Skoll abbiamo mixato tutto fino ad oggi, Danilo, conosciuto proprio in questa occasione. Finalmente un incontro positivo, anche se mi ha propinato i coretti in falsetto di un suo amico in “Stella marina” che ancora oggi mi fanno un po’ impressione….

Tranne i tre brani incisi in sala, gli altri sono stati incisi in mansarda con un registratore 4 piste Marantz a nastro, quello fotografato in copertina. La qualità è quella dei demo, vi prego di accontentarvi. So che sono canzoni diverse da quelle che girano nell’ambiente e so anche che sono “vecchie” – del resto compio 50 anni a dicembre – ma spero che vi piacciano comunque…

Tornando all’inizio. Per fortuna c’erano “Gli amici del vento”, Guido Giraudo, Skoll, tanti ragazzi sparsi per l’Italia ed ora Alessandro ed il sito che state visitando: grazie a loro- e a voi – so che tutto quello che ho fatto con la musica e per la musica ha infine avuto un senso, che poi era il senso che mi interessava: far trovare alle emozioni che partivano dal mio cuore una stazione di arrivo. Anche se vi dovete accontentare di salire su una di quelle vecchie carrozze di 2a classe con la seduta ancora in legno (però su quei treni ci si poteva ancora affacciare al finestrino e prendersi in faccia il vento dell’estate…). In alto i cuori.

Fabio Constantinescu

Evento facebook: http://www.facebook.com/event.php?eid=184577788288841

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Chiudi Popup
Clicca su "Mi piace"!
Seguici su Facebook